Comunicato Stampa sul progetto “Avventura S. Geffa– Centocinquanta”.

È partito lo scorso 27 luglio il «Progetto avventura Santa Geffa» 2011. Il programma di quest’anno ha per titolo: “150 Con gli occhi di un Bambino”.

Come è facile intuire, i ragazzi stanno vivendo in prima persona le avventure del Risorgimento Italiano, incontrando personaggi, luoghi e momenti che hanno fatto la storia d’Italia.

Il Progetto durerà circa un mese, e durante questo periodo i più piccoli riscopriranno il fascino di una storia narrata loro, sino ad ora, nelle lezioni a scuola, e che da questo momento diventa esperienza reale, battaglia, avventura ed anche arte e poesia.

Teatro di quest’avventura è, come sempre, il sito archeologico di Santa Geffa, da cui prende il nome l’iniziativa annuale, che la cooperativa “Xiao Yan – Rondine che ride” realizza con il prezioso sostegno dell’amministrazione della Città di Trani.

Già nella prima giornata i piccoli hanno partecipato al famoso Congresso di Vienna, tappa iniziale del Risorgimento Italiano, allorquando venne definita la geografia della nostra penisola.

Da questo momento in poi l’avventura sta proseguendo senza soste, sino ad arrivare alla serata finale, il 24 agosto, giorno in cui il parco di Santa Geffa diverrà una grande corte reale in cui verrà celebrata l’unificazione dell’Italia.

Partecipano a quest’avventura circa 300 ragazzi, divisi in squadre, il cui nome richiamerà un personaggio, un luogo o un avvenimento particolarmente significativo del Risorgimento.

Oltre la manifestazione per i ragazzi, il parco di Santa Geffa, in quanto monumento della città di Trani, rientra tra le attività dell’iniziativa «Città aperte», il programma di aperture straordinarie di chiese e monumenti promosso dall’agenzia “Puglia imperiale”. Presso il parco, infatti, si trova Santa Geffa, una chiesa rupestre scavata interamente nel sottosuolo in tufo, che la tradizione fa risalire al IV secolo dopo Cristo.

Si tratta di un piccolo gioiello dell’arte e della cultura del nostro territorio, sicuramente la prima chiesa costruita nella nostra città, di cui molti ignorano l’esistenza in quanto collocata in un contesto rurale, che potrà essere visitata in occasione della manifestazione.

Seleziona il progetto e clicca su "Vote"

View Results

Loading ... Loading ...
TORNA ALLA LISTA