L’idea che anima il progetto proposto è promuovere un percorso di sensibilizzazione ed avviamento al volontariato rivolto alle giovani generazioni attraverso il “raccontare” storie di solidarietà, dono e giustizia, che diventano per il volontario uno stile di vita da promuovere. Il “racconto” è lo strumento che accomuna le fasi proposte nel progetto.
L’obiettivo del progetto è quello di creare un movimento di sensibilizzazione intorno al mondo volontariato con particolare attenzione alle fasce giovanili attraverso il “Racconto” di storie di solidarietà.
La dimensione innovativa va rapportata all’esperienza del territorio, l’idea di promuovere un’azione di promozione e conoscenza del volontariato attraverso lo strumento della narrazione fiabesca può rappresentare un sicuro e nuovo strumento di coinvolgimento.
La prima fase prevede la promozione del volontariato attraverso la narrazione fiabesca in forma itinerante nella nostra città, con attività di “racconto animato” adatto a far rivivere i luoghi della fantasia, promuovere anche la valorizzazione e conoscenza del patrimonio storico e culturale del luogo. Durante le letture animate questi luoghi rivivono, si animano di voci, musica,luci e immagini e di emozioni. La città diventa così il luogo dove è possibile raccontare una storia, e magari una grande storia di dono e di solidarietà.
La fiabe uno strumento affascinante che consente di esprimere le tensioni, le difficoltà, addirittura le peggiori frustrazioni e le paure più recondite, rappresentandole in tono ironico e sempre giocoso e permette così di superare quegli ostacoli che ci impediscono il contatto diretto verso chi si trovi in condizione di disagio, la reciproca conoscenza e la cooperazione per il cambiamento.
La seconda fase prevede “il racconto” di testimonianze di valori e storie fondamentali per l’esperienza di un volontario.
L’idea del percorso che vogliamo proporre nella logica della promozione del volontariato vede il confronto con chi della giustizia, gratuità e servizio ne ha fatto uno stile di vita e soprattutto ha realizzato una storia da raccontare facendola diventare un racconto da proseguire. Al termine del racconto-confronto l’Associazione Xiao Yan assegnerà il premio denominato “Premio Rondine che ride” a coloro che hanno svolto un’opera particolarmente importante e si sono distinti nell’ambito del servizio a gli altri ed ai minori in particolare, migliorando la qualità della vita dei minori, appartenenti a classi scolastiche, comunità educative, gruppi, ecc